Se Vuoi

DOMENICA DI PASQUA: Mettersi in cammino per… cambiare punto di vista!

Guardate i sepolcri vuoti, leggete le vostre esperienze, gesti e parole, datevi la possibilità di CAMBIARE PUNTO DI VISTA, e uscire fuori dai vostri schemi. Così un sepolcro chiuso viene aperto; una routine, si riempie di sorprendente novità; un corpo mancante fa “vedere” la vita; un’esperienza tangibile diventa Fede. Assaporiamo così la Pasqua senza la presenza del corpo di Gesù, solo se il nostro SGUARDO permette alla Vera Luce di irrompere nei nostri sepolcri!

scopri di più
Se Vuoi

Quinta Domenica di Quaresima: Una storia nuova!

L’adultera rimasta finalmente sola con Gesù scopre lo sposo vero e allora certo che non ha bisogno di peccare più, “d’ora in poi” inizia una nuova vita, perché con il Signore si può ricominciare, perché solo nel Signore puoi trovare l’amore vero. Ed è un amore che ti lava via tutto lo sporco di una vita di sozzure, senza lasciarti macchie residue, e ti riempie il cuore. La donna torna a casa perdonata, i farisei con i loro peccati. I veri giudicati sono i farisei, l’unica assolta è la donna. E tu chi sei?

scopri di più
Se Vuoi

Quarta Domenica di Quaresima: Quell’abbraccio che dà senso a tutto…

Di cosa parla questo testo allora? Di Amore, quello vero, quell’amore che ti lascia libero di partire per un viaggio a sperperare tutto, quell’amore che ti fa rendere conto di quanto sei prezioso agli occhi di Dio e degli altri, e allo stesso tempo parla di perdono, perché non esiste perdono senza amore, ma non esiste nemmeno amore senza perdono.

scopri di più
Se Vuoi

Terza Domenica di Quaresima: Un Gesù che crede nell’uomo…

Un Gesù che crede nell’uomo Il Vangelo di questa terza domenica di Quaresima ci fa incontrare un Gesù che crede smisuratamente nell’uomo.

scopri di più
Se Vuoi

Seconda Domenica di Quaresima: con occhi nuovi…

Dante, raccontando della sua visione di Dio in Paradiso (anche questo un racconto povero di dettagli), si esprime così: «Non perché più ch’un semplice sembiante / fosse nel vivo lume ch’io mirava, / che tal è sempre qual s’era davante; / ma per la vista che s’avvalorava / in me guardando, una sola parvenza, / mutandom’io, a me si travagliava (Par. XXXIII, 109-114).
Ancora una volta il Vangelo ci parla di incontri e relazioni più che di precetti ed è significativo come si possa incontrare qualcuno che si conosce già da tempo.

scopri di più
Se Vuoi

Prima Domenica di Quaresima: riscoprire la fame…

Riscoprire la fame Se il Vangelo di questa domenica fosse una persona in carne e ossa, sarebbe un messaggero che corre a perdifiato via dal campo di battaglia verso la sua città, per annunciare al popolo la vittoria del suo

scopri di più