notizia

“Eccomi!”

Ci vuole una mediazione per comprendere la chiamata di Dio: a volte è la propria famiglia, o comunità, parrocchia; altre volte è la presenza di un povero, di una persona più fragile da accudire… Dio si vuole servire di altri per portarci alla fede. Lasciarsi chiamare, lasciarsi accompagnare, lasciarsi amare: è forse l’opera più complessa che possiamo vivere, e anche una grazia da chiedere.

scopri di più
notizia

Immersi nella Sua Parola

L’invito del profeta è quello di sentirsi “bagnati” dall’acqua che viene da Dio per essere in alleanza con lui e con la sua Parola, come un giorno lo fu Davide (v.3) al quale Dio chiese di essere suo amico e amico degli uomini.

scopri di più
notizia

In principio era il Senso

La Sapienza stessa cerca amici per condividere le bellezze che racchiude e, attraendoci, fa di noi dei cercatori instancabili di un senso, desiderosi di Infinito.

scopri di più
notizia

Àlzati, risplendi!

“Àlzati”: si tratta di un cambio di prospettiva, di riconoscere la presenza luminosa del Signore dentro sé e davanti a sé, quella stella che al vederla provoca una gioia grandissima (Cf Mt 2,10).

scopri di più
notizia

Con gli occhi della Madre

Signore, all’inizio di un nuovo anno non mancano le paure e il senso di precarietà che gettano un’ombra sul futuro. Illumina con la luce del tuo volto ogni nostro passo e suggerisci a noi la strada da percorrere.
Ci sia vicina Maria la Madre di Dio, che contempliamo nel segno del compimento della benedizione. Amen.

scopri di più
notizia

Conta le stelle!

Anche a noi Dio dice: «Conta le stelle!» ogni volta che vuole liberare il nostro sguardo dalla tristezza e dalla paura di non avere una discendenza, che poi è la paura di rimanere soli, paura che nessuno ci ami, paura della morte.

scopri di più