Testa o cuore?

L'arte del discernimento. 5^ ediz. aggiornata

Gaetano Piccolo,

Il testo agile nella forma e fresco nel linguaggio si presenta come un’occasione favorevole per mettere ordine nella propria vita, invitando pensieri e sentimenti a fare pace tra loro. Come? Attraverso la preghiera e il discernimento.

scopri di più

Ritorno all’essenziale

Ascoltare, accogliere, discernere, uscire, stare, pregare

Bignardi Paola,

Il ritorno all’essenziale è: «un’operazione complessa e delicata, che è insieme spirituale e culturale: comporta un processo di reinterpretazione del nostro essere cristiani in questo tempo; vuol dire togliere, rinunciare, riconoscere il carattere obsoleto di alcune cose.

scopri di più

Faccia a faccia

Spunti per comunità dal volto igienizzato

Castellucci Erio,

Sull’esempio di medici, infermieri e assistenti sanitari, tutti abbiamo imparato a sorridere con gli occhi, tenendo la mascherina, in attesa del rimedio contro il virus.

scopri di più

Servi del Vangelo

Presbiteri collaboratori della gioia

Castellucci Erio,

Si staglia una figura di Chiesa strutturata secondo i principi di sinodalità e corresponsabilità tra presbiteri, diaconi, laici e consacrati e i diversi ministeri che animano la comunità cristiana.

scopri di più

L’anello e il grembiule

Riflessioni sulla Consacrazione vedovile nell'Ordo Viduarum

Cerciello Cingolani Lucia,

Il volume propone una riflessione sulla vedovanza come evento spirituale, segnato dalla scoperta di una nuova vocazione alla sequela del Signore, sino ad abbracciare la via della consacrazione a Lui.

scopri di più

IL GIOCO DEI FRAMMENTI

Raccontare l'enigma dell'identità

Gaetano Piccolo,

Questo libro, leggiamo nella premessa, vuole provare a suggerire delle vie per narrare se stessi e le cose, ma anche indagare perché questa operazione sia possibile e su cosa si fonda.

scopri di più

PERCORSI VOCAZIONALI E OMOSESSUALITA`

il dono gratuito di Dio e la libertà responsabile dell'uomo

D`URBANO CHIARA,

Il tema dell’orientamento sessuale è delicato e tuttora controverso, soprattutto in rapporto ai percorsi vocazionali. Certo nessuno, ad oggi, può dire l’ultima parola e ancora meno può farlo individualmente, tuttavia non si può rinunciare a riflettere, ad attivare processi (cf.

scopri di più