“Superare” di Annalisa  – (dall’album “Bye bye”, 2018)

(a cura di Pino Fanelli, cantautore
giuseppe.fanelli@stpauls.it – pagina fb: Pino Fanelli)

Se ci perdiamo
in questo mondo strano, cosa ci succede?
[…]
Pensa a quante volte
ce ne stiamo fermi
in strada ad aspettare
che arrivi qualcosa
che ci salvi mentre noi
sogniamo il mare
perché in questa vita
noi cerchiamo un senso
che non si può trovare.

…Se ci accorgiamo
che il destino a noi
non ci ha voluto bene
è più facile poter pensare di tornare indietro
e cancellare gli errori
non restare nell’ombra per un po’ d’amore
ovunque si nasconda…
È per questo
che riusciamo ogni volta
a superare gli ostacoli che la notte ci fanno
sentire soli
e tutte quelle incertezze che nascondiamo
per provare a sentirci
migliori
superare l’inverno,
superare lo spazio
ed il tempo
abbracciarsi e restare
in eterno…


Dopo il successo sanremese, dove si è piazzata al terzo posto con il brano “Il mondo prima di te”, Annalisa pubblica ”Bye bye”, il suo 6° album dal titolo programmatico con il quale ha voluto dare una svolta al suo modo di fare musica. Lei stessa dice che il suo nuovo disco “è il racconto di un cambiamento”. Dal punto di vista dello stile musicale, infatti, rompe in parte con il passato affidandosi all’elettropop, con ritornelli accattivanti e un beat elettronico che sostituisce pianoforti ed archi. I brani presentati sono 13 e parlano della vita, della felicità e di qualsiasi cosa minacci di intaccarla, che va immediatamente allontanata. La canzone “Superare”, il brano più melodico e tra i più belli, è un’ode all’istinto di sopravvivenza che è più forte di qualunque altra cosa succeda o scuota. Così Annalisa la descrive: “Siamo spronati ad andare avanti, anche se ci accorgiamo che il destino a noi non ci ha voluto bene, perché c’è la resilienza, l’opportunità di re-inventarti”. 

Dalle frasi della canzone… un messaggio per te

Davanti a situazioni difficili che spesso non siamo capaci di decifrare “in questa vita noi cerchiamo un senso”, e questa ricerca può diventare la molla che ci fa scattare in avanti senza farci arrendere davanti alle difficoltà, che a volte sembrano insormontabili: “È per questo che riusciamo ogni volta a superare gli ostacoli che la notte ci fanno sentire soli…”. Le difficoltà fanno parte della vita, lo sappiamo. L’importante è imparare a saper trarre dalle avversità la forza di andare avanti diventando reattivi. La determinazione, la forza e la costanza possono essere le vere armi con cui superare gli ostacoli e i momenti bui che la vita ci pone davanti. Non desistere dai nostri obiettivi è l’imperativo che ci può spronare ogni giorno, perché ogni traguardo risiede nella capacità di rialzarsi dopo una caduta e cercare nuove opportunità. Il segreto è quello di non guardare mai indietro (“è facile poter pensare di tornare indietro”) ma di combattere la nostra battaglia, qualunque essa sia, e non arrendersi! A volte restiamo inermi e inattivi “ad aspettare che arrivi qualcosa che ci salvi mentre noi sogniamo il mare”, ma “ci sono due modi di affrontare le difficoltà: o modificare le difficoltà o modificare noi stessi in modo da affrontarle” (Phyllis Bottome). Dipende sempre da noi! “In un minuto posso cambiare il mio atteggiamento e in quel minuto cambio la giornata intera” (Spencer Johnson). Il nostro futuro è sempre nelle nostre mani. I nemici da combattere sono la paura (c’è chi danza con le sue paure”) e il fatalismo, che ci rendono succubi degli eventi negativi e ci “rubano la speranza” (Papa Francesco). La vita, invece, ci chiama a diventare protagonisti e artefici della nostra felicità, con la consapevolezza che insieme a Dio possiamo superare le curve della nostra esistenza e raggiungere la nostra meta. La vita vale sempre la pena di essere vissuta e condivisa con gli altri perché la cosa che più conta è “abbracciarsi e restare in eterno”.

Per riflettere…

In “queste” situazioni so di non essermi arreso…
 «Non arrenderti. Rischieresti di farlo un’ora prima del miracolo» (proverbio arabo)