notizia

Eccomi manda me! Tessitori di fraternità…

In particolare, il messaggio che Papa Francesco ci rivolge per la Giornata Missionaria Mondiale che si celebrerà il 18 ottobre 2020, si caratterizza per una forte spinta vocazionale, ispirandosi alla missione del profeta Isaia: “Chi manderò?”, chiede Dio. “Eccomi, manda me” è la risposta di Isaia, ma vuole essere anche la risposta di tutti coloro che hanno preso coscienza del loro essere “battezzati e inviati”.

scopri di più
notizia

Ascoltare per risorgere

La prima lettura di questa domenica ci chiama a imparare l’arte dell’ascolto. Le nostre famiglie e comunità possono trasformarsi in “laboratori di ascolto”: della Parola; di ascolto reciproco, libero, onesto; della realtà che chiama… Allora la qualità della vita risorge, la condotta diventa retta e ci si aiuta insieme a non perdere il cammino.

scopri di più
notizia

A un passo dal cielo

Isaia non ci vuole dire di rassegnarci perché non saremo mai capaci di amare come Dio, questo lo sappiamo già. Non abbiamo bisogno di qualcuno che ci dica che Dio non lo capiamo. È proprio il contrario.

scopri di più
notizia

Beato il cuore che perdona

Perdono e preghiera restano la via verso la guarigione del cuore operata dal Signore. Anche se dentro sanguiniamo, essi sono la medicina per restare umani e tornare pian piano alla vita.

scopri di più
notizia

Il profeta sentinella

“Se ti ascolterà, avrai guadagnato tuo fratello” (Mt 18, 15ss): quale annuncio sono chiamato a dare a favore dell’unità della mia comunità, della mia famiglia, della mia gente?

scopri di più
notizia

La Parola è fuoco incontenibile

Se sto vivendo l’esperienza di un ‘Dio-nemico’ provo a portarla con sincerità nella preghiera senza paura e senza censura. E per tutto il tempo che serve. Quando ne uscirò, ferito o forse vinto, sarò sicuramente in una relazione più vera e personale con Lui, e in grado di seguirlo per le sue vie (cf. Mt 16,24).

scopri di più