C’è una Parola che è stata scritta per te, per la tua vita e fa parte della tua storia, è la Parola di Dio.
Una lettera che arriva lungo il cammino di millenni di uomini e donne chiamati da Dio.

Oggi ti è consegnata questa parola, non come una fra le tante, ma come un dono speciale, un INIZIO perché tu possa capire il dono originale che sei
e diventare anche tu Parola per gli uomini e le donne del tuo tempo.

Questo e molto di più è lo Spazio Bibbia… per affondare le nostre radici in Cielo e tenere gli occhi ben aperti sulla Terra.

notizia

Questione di volto

La preghiera di chi si rivolge a Dio disegna i tratti di un viso vero, umile, magari anche sofferente, o pentito e ma sempre fiducioso di incontrare il Volto del Dio che salva.

scopri di più
notizia

“Mani fedeli”

Le mani di Mosè erano stanche di essere innalzate al cielo, come capita a tutti coloro che, sotto il peso della giornata, e della vita, smettono di rivolgere lo sguardo a Dio, talvolta percepito come assente.

scopri di più
notizia

Gratitudine e fede

Gesù ha talmente preso sul serio la potenza del ringraziamento (in ebraico todah, in greco eucaristia) da accettare di morire ‘ringraziando in anticipo’ il Padre, nella certezza che lo avrebbe resuscitato da morte.

scopri di più
notizia

La stabilità di un sogno

Come può un sogno opporsi a tutto ciò che opprime un mondo in cui i malvagi sembrano vincere? Eppure Dio parla proprio così al popolo, attraverso le idee sognate da un uomo che è disposto a vivere per lui, a rimanere saldo e stabile nella sua fede.

scopri di più
notizia

Mondanità

Gesù, tu sei l’unico disposto ad assumere il punto di vista dei poveri e a vedere la realtà con i loro occhi: fa’ che ci accorgiamo di chi sta seduto ai piedi delle nostre mense, mendìco di attenzione e cura, e che usiamo i nostri beni materiali e spirituali per volersi bene come fratelli.

scopri di più
notizia

Il novilunio e lo shabbát

Quello che Amos sta denunciando non è solo l’ingiustizia nella società ma anche una deriva del culto, svuotato del suo senso. Tutte e due queste feste servivano a scandire il tempo umano: il novilunio, i mesi; il sabato, le settimane. Ciò significa che il tempo, per i potenti di Israele, non è più il tempo di Dio.

scopri di più